Total Guitar Academy
Total Guitar Academy
Total Guitar Academy
Guida all'Ascolto

Michele “Dr.Viossy” Vioni – The Adventure So Far

A cura di Federico Albanese
Pinterest LinkedIn Tumblr

Primo album solista del Dr. Viossy che, accompagnandoci in un lungo viaggio composto di introspettive melodie, incalzanti groove ed energici riff apre le porte del proprio io mostrandoci cosa ha rappresentato per lui l’esperienza musicale vissuta fino ad oggi.

Michele Vioni è un celeberrimo musicista del panorama italiano, chitarrista di Michele Luppi (Whitesnake), Dyanonymous, Vivaldi Metal Project, e noto per aver preso parte ai tour europei di artisti del calibro di Blaze Bailey (Iron Maiden), Edu Falaschi (Angra, Almas), TM Stevens (James Brown, Tina Turner, Steve Vai…).

Altrettanto notevole la sua attività come didatta: Michele insegna come special tutor presso il MMI – Modern Music Institute, Michele collabora come celebrity guitar coach con la Oksana School of Music (Beverly Hills – USA), ed è autore dell’acclamato metodo “eXtreme Hard Rock Guitar” edito da Carish.

Michele è inoltre titolare di un fantastico canale YouTube attraverso cui è possibile accedere a numerose (e preziose) lezioni, backingtracks, playthrough, consigli molto variegati riguardo diversi aspetti dello strumento, brani inediti, demo ed ancora straordinarie cover (fra cui spicca il grandioso terzo movimento della Sonata al Chiaro di Luna di Beethoven, che ad oggi ha raggiunto diciannove milioni di visualizzazioni).

Il Dr.Viossy è endorser per GNG Negrini Guitars, BRBS amplification, Red Seven Amplification, Jad&Freer, Two-Notes Audio Engineering, Intune Gp custom guitar picks e IK Multimedia.

The adventure so far, composto da dieci tracce strumentali, è un album di musica prima ancora di essere l’album di un chitarrista, un lungo viaggio attraverso una ricca ed allegra visione della musica che non si ferma ai limiti imposti da uno strumento o dalla scelta vincolante di un genere.

L’ascolto comincia con Ekphrasis, un brano dalle atmosfere oniriche e con alcune note di mistero, in cui spiccano le brillanti scelte di sound design che richiamano da molto vicino alcune colonne sonore del cinema.

Come un fulmine a ciel sereno segue The Beautiful Unrest Of The Soul, che travolgendoci con una cascata di note ed energia nei primi secondi e dispiegandosi attraverso variazioni del tema e diverse sezioni musicali nel suo svolgimento, dipinge alla perfezione l’idea del continuo moto emotivo dell’anima.

Prima Ballerina, terza traccia dell’album, torna su ritmi più distesi sebbene incarnando tutta l’energia e la vivacità di una danza.

Su registri molto diversi All I Knead Iz U!!1!, una dolce ed espressiva ballade romantica dal finale esplosivo e ricco di passione.

Se la varietà è una delle caratteristiche portanti di questo album, la quinta traccia Entertrain la incarna alla perfezione, proponendoci scelte stilistiche, sonorità e sapori del tutto nuovi rispetto a quanto ascoltato fino ad ora. Il groove è travolgente e coinvolgente, la sezione ritmica ha un tiro incredibile, merito anche della prima e brillante guest di questo album Giorgio Terenziani, che con il suo eccellente lavoro al basso conferisce al brano un sound straordinario, probabilmente il più heavy fra quelli proposti (sebbene stilisticamente non sia questa la traccia più pesante).

Trascendence è un brano più articolato, meno diretto, dalle atmosfere più sofisticate e dalla struttura più complessa, che presenta una tavolozza cromatica molto variegata e ricca. Fa qui la sua comparsa il secondo ospite di questo album, Paolo Caridi, che sedendo dietro alla batteria di questa traccia arricchisce la sezione ritmica dei colori che solamente un professionista del groove potrebbe aggiungere.

Altrettanto variegata la successiva Noble Reasons, che ci guida verso una più carica e diretta One Hundred and One Odobenus Rosmarus, che apre la sezione conclusiva di questo straordinario album con riff pieni ed un fraseggio più chitarristico. Estremamente allegro ed interessante il breve intermezzo elettronico, che aggiunge una sorpresa imprevista e piacevole ad un brano dal carattere vivace e frizzante.

La successiva Mummies Euphoria è un altro brano dalle atmosfere articolate, a tratti oniriche, a tratti misteriose, sembra assumere un carattere più sbarazzino e giocoso per poi sorprenderci con un intermezzo centrale molto introspettivo, per poi tornare a ritroso sui propri passi e condurci al colossale outro.

The adventure so far, title track e conclusione di questo album, è una traccia commovente ed emozionante sin dalle prime note. Siamo ormai giunti ai saluti e Michele ci congeda con un velo di tristezza che accomuna la fine di tutti i grandi racconti, così come tanta gioia e gratitudine per aver condiviso insieme a lui questo straordinario viaggio attraverso il suo io e la sua visione della musica.

Una menzione speciale è meritata dalla copertina, che raffigura una porta spalancata sul cuore del musicista e che lascia fluire all’esterno tutte le idee e le immagini proposte nei diversi brani ed i loro titoli.
The Adventure So Far
è un lavoro straordinario, composto e curato senza alcun limite o preconcetto.
È un album che trasmette emozioni, allegria, gioia, e che lascia trapelare tutto il divertimento del Doc durante le fasi di composizione e registrazione (molti degli stessi brani presentano titoli giocosi ed ilari).
Ogni traccia propone diverse atmosfere e colori, temi che vengono variati ed alterati, dando vita ad un dipinto coeso ed articolato ma che riporta costantemente ad un unico punto: l’amore per la musica e per quello che fa provare a ciascuno di noi.
Un album da ascoltare tutto d’un fiato, lasciando che la musica del Dr. Viossy ci conduca attraverso questo fantastico viaggio.

Comments are closed.